Salta al contenuto principale di pagina Salta al menu principale di pagina

Sito del Comune di Comune di Venafro

CittaOlio

Citta dell'Olio

 

Gli olivi secolari sono un patrimonio di inestimabile valore sia a livello ambientale che economico.

Gli impianti di tipo tradizionale, prevedono sesti ampi (generalmente 8x8)  e sono  situati in pianura  e nella fascia pedemontana ove vengono coltivati utilizzando terrazzamenti di antichissima manifattura .

Tale fascia, si estende dalla località di Ceppagna ad ovest di Venafro, lungo le pendici del Monte Corno e S. Croce fino al comprensorio del comune di Pozzilli in agro“Tre Cappelle”, per circa 5 Km di lunghezza .

La regione Molise per preservare questa importante area naturalistica ha approvato la legge regionale istitutiva del Parco regionale dell’olivo di Venafro ( Legge 4 Novembre 2008 n.30) .

La tradizione millenaria della cultura dell’olivo e dell’olio a Venafro è attestata da un’ampia documentazione bibliografica al riguardo.

Vincenzo Cuoco,  dal “Platone in Italia” ,tramanda la tradizione  che ad introdurre  la coltivazione dell’olivo a Venafro fu un  certo Licinio nel IV secolo a. C.

Dal suo nome è derivata la varietà “Liciniana”, tanto famosa in epoca romana  che altro non è che l’attuale“Aurina”

Si narra inoltre che i profumieri capuani (della città di Capua), si servivano dell’olio di Venafro per preparare i migliori unguenti e profumi.  Giovenale nel nome stesso di Venafro intendeva l’olio in genere.

 Il germoplasma olivicolo autoctono del venafrano è molto variegato e la  varietà senza dubbio più importante è l’aurina  che occupa circa il 40% della superficie olivetata, a seguire le altre come la rossuola, la rotondella, gli olivastri e la pallante.

L’Aurina    è una varietà da cui si ricava un olio pregiatissimo di colore giallo aureo(sembra che il nome derivi proprio da questa caratteristica) con riflessi verdi . Al  gusto si presenta delicato ed armonioso con retrogusto leggermente piccante.

E’ stata inserita inoltre come varietà principale per la produzione dell’olio D.O.P. Molise.

Oltre all’Aurina,  possiamo trovare nei nostri oliveti altre varietà meno frequenti  ma anch’esse importanti come la Rossuola ( così chiamata perché rimane rossastra anche a maturazione)  , l’olivastro d’aprile , l’olivastro dritto ( l’ olivastro è la varietà di olivo che  nella zona che presenta il maggiore sviluppo vegetativo con un portamento maestoso),  la rotondella , la pallante, lo gnagnaro.                                                                                                                           

Una spinta importantissima  allo sviluppo del settore ed al miglioramento della qualità dell’olio è stato certamente dato dall’ ARSIAM (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura nel Molise ), che da anni è impegnata in tale settore ed in particolare nel miglioramento della qualità degli oli.

A questo proposito è stata realizzata  anche   a Venafro una sala Panel, frutto della collaborazione tra Regione Molise, Comune di Venafro ed ARSIAM, per la certificazione dell'olio DOP. 

 

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 19 Ottobre 2011 11:23)

I piu' letti

Elezioni On Line

Referendum 4 Dicembre:

Portale Elezioni On Line

Censimento Oncologico
E' attivo il portale:
 
 
per la compilazione della scheda anonima personale.
Parco dell'Olivo Venafro

parco ulivi

207x70xBannerP20AncixExpo jpg pagespeed ic FoC92o1Nu

Area riservata



Contatore di visite
Oggi96
Questa settimana510
Questo mese3012
Tutti241695
Statistiche
Tot. visite contenuti : 4274314